Da www.varesenews.it

Varese-Pavia 3-2

 

I biancorossi dominano il primo tempo, soffrono nella ripresa ma sorridono grazie alla rete dell'ottimo Gambadori
Il Varese di Coppa non tradisce

Esordio casalingo con vittoria per il nuovo Varese di Gede Carmignani che avanza di tre passi in Coppa Italia superando il Pavia. Bicchiere mezzo pieno per i biancorossi che giocano molto bene il primo tempo, soffrono per una porzione di difesa ma festeggiano grazie al gol del decisivo 3-2 di Gambadori, probabilmente il migliore in campo. Il mediano è un gladiatore ma non è l’unica a piacere: bene Crocetti alla prima rete ufficiale, bravi anche Grossi e Lepore mentre in difesa le cose filano meno lisce. A preoccupare un po’ il modo con cui il Pavia è andato a segno: entrambe le volte su azione di corner con qualche black out di troppo. Poco male, comunque, anche alla luce di tre assenze di peso quali Silva, Del Sante e il nuovo arrivato Milanese.



Primo tempo con partenza sprint e due reti in tre minuti. Comincia il Pavia: subito un corner sul quale arriva preciso il difensore Fogacci che insacca con un rasoterra forte e angolato. Il tempo di ripartire e il Varese guadagna un rigore inatteso: bravo Crocetti a non dare per persa una palla sulla linea di fondo, l’intervento in uscita di Cantele si conclude sulle gambe dell’attaccante. E’ rigore e Lepore non fallisce. La mezz’ora successiva è quasi tutta biancorossa, anche se solo verso il 30’ arrivano due buone combinazioni con Crocetti a far da sponda per Grossi e Lepore. Al 35’ il raddoppio biancorosso con Gambadori a lavorare bene sul fondo dalla destra per poi effettuare un cross perfetto per la testa di Crocetti.
Lo stesso centravanti, in tandem con Grossi, spreca una palla-gol clamorosa a inizio ripresa. Dal possibile ko, si arriva al pareggio del Pavia al 16’. Altro calcio d’angolo con sponda di testa ospite: la difesa, colpevole nei centrali, sta a guardare e Bonacina realizza da centro area di destro.
Nel momento migliore del Pavia, sospinto sulla destra da De Vincenziis, il Varese riagguanta il vantaggio. Il merito è di Gambadori che al 32’ scaraventa un destro teso da fuori area che al posto di favorire un compagno va a battere sulla faccia interna del palo e finisce nel sacco di un Cantele che rimane a bocca aperta. Nel finale il sempreverde Benny Carbone ci prova su punizione ma il suo tiro termina di poco alto. E’ l’ultimo sussulto di un match piacevole al di là delle cinque reti, con un Franco Ossola che in notturna è parso davvero più elegante del solito.

Varese – Pavia 3-2 (2-1)



Marcatori: Fogacci (P) al 1’ pt, Lepore (V) su rig. al 3’ pt, Crocetti (V) al 35’ pt; Bonacina (P) al 16’ st, Gambadori (V) al 32’ st.



Varese: Moreau; Pisano, Camisa, Dos Santos, Bernardini; Gambadori, Casisa; Grossi (27’ st Palazzo), Lepore, Moretti (11’ st Tripoli); Crocetti (15’ st Di Maio). All. Carmignani. A disp.: Sampietro, Corral, Romeo, Silva.

Pavia: Cantele; Todeschini, Fogacci, Donato, D’Agostino; D’Amico, Menicozzo (1’ st De Vincenziis), Bonacina; Carbone, Campolonghi (30’ st Mangiarotti), Nohman (36’ st Brighenti). All. Mangone. A disp.: Serena, Acerbi, Stefanini, Cattaneo.
Arbitro: Tidona di Torino (Gualtieri e Liturco).
Note. Serata fresca e serena, terreno in perfette condizioni. Ammoniti: Donato, Gambadori, Fogacci, D’Amico. Angoli: 4-1 per il Pavia. Spett.: 500 circa.