ALTO ADIGE (4-1-4-1): Servili 6; Brugger 6, Bianchini 6, Bova 6, Kiem 6; Calvi 6; Benvenuto 6 (30’ st Bacher ng), Mair 5 (25’ st Llullaku ng), Scavone 6.5, Ghidini 6.5 (40’ st Rossi ng); Veron 6. A disp.: Pomare`, Burzigotti, Veronese, Scarnato. All.: Firicano 6.
PAVIA (4-4-2): Lucenti 6; Stefanini 6.5, Donato 6, Belotti 6, Todeschini 6; Valentini 6, Mandorlini 6, Bonacina 5 (1’ st Ticli 6.5), Giaccherini 6; Torri 6 (36’ st De Vincenziis 6), De Martin 6 (44’ st Petresini ng). A disp.: Cantele, Caracciolo, D’Agostino, Convertino. All.: Mangone 6.
ARBITRO: Penno di Nichelino 6.
MARCATORI: pt 12’ Veron (A); st 1’ Belotti (P), 15’ Ghidini (A), 20’ Torri (P).
NOTE: ammoniti: Bianchini (A), Giaccherini, Mandorlini (P). Espulso: st 26’ Tonelli, il preparatore atletico dell’Alto Adige, per invasione di campo. Angoli: 5-6. Recuperi: pt 0’; st 3’. Spettatori: 1.000 circa.

 

 

Buona partita quella del Pavia al Druso di Bolzano.
Gli azzurri ottengono un punto importante, forse più per il morale che per la classifica. Rimaniamo fuori dalla zona play-out con un trend molto positivo.
Mangone, privo dei soliti Fogacci, De Stefano e Carbone, non riesce a recuperare neanche Speranza. Brutto colpo per gli azzurri, che però ultimamente sono bravi a non far sentire il peso degli assenti. E così succede anche oggi.
Todeschini viene riconvertito terzino sinistro con Stefanini a destra. Belotti rientra dalla squalifica e torna a far coppia con Donato. In mediana, Bonacina in mezzo, con Valentini e Mandorlini ai lati. In avanti, il trio formato da Giaccherini, Torri e De Martin.
La prima frazione di gioco vede il Sudtirol in grande spolvero. Ritmi altissimi, pressing alto, giocate spesso di prima e buona circolazione di palla. Il Pavia ci capisce poco, e fa fatica a limitare le scorribande dei padroni di casa. In particolare è Ghidini a far soffrire Stefanini. I suoi cross sono spesso pericolosi.
Al 13° i biancorossi passano in vantaggio: discesa sulla sinistra di un ottimo Ghidini e cross in mezzo per l'inzuccata di Marcelo Veron che non lascia scampo a Lucenti. Passati in vantaggio Brugger e compagni non si limitano a difendersi, ma vanno alla ricerca del secondo gol, che per poco non riesce al 19°, quando Lucenti è bravissimo a deviare in corner un colpo di testa di Mauro Calvi servito splendidamente da Andrea Ghidini. Al 22° sono gli ospiti a rendersi per la prima volta pericolosi con Giaccherini che calcia alto da buona posizione. Pochi minuti dopo scattano gli applausi dopo una splendida azione corale dei biancorossi conclusa da un colpo di testa di Manuel Scavone su cross perfetto dalla destra di Hans Rudi Brugger, facile peró la parata di Lucenti.
Gli azzurri faticano, anche perchè il centrocampo è schiacciato sulla linea della difesa e l'attacco viene rifornito poco e male. La squadra non sale a supportare Torri e De Martin. Questi ultimi, però, di testa non ne beccano una neanche per sbaglio e non facilitano il compito di Mandorlini e soci. Bonacina è costretto ad impostare e non è certo il suo mestiere.
Ancora prima del riposo Andrea Ghidini prima e Marco Benvenuto poi provano due conclusioni fuori area, mancando però il bersaglio. Tuttavia, i pavesi riescono a rimanere in partita, evitando almeno di subire il secondo gol che sarebbe una mazzata.
Nella ripresa la musica cambia radicalmente. Il Sudtirol, che ha speso molto nei primi 45', rallenta e il Pavia ne approfitta subito. Giaccherini batte una punizione sulla sinistra. Sul colpo di testa di Belotti la palla si stampa prima sul palo, ma poi a giudizio del guardalinee supera la linea di porta, prima che Andrea Servili possa intervenire: 1-1.
Ora la gara è totalmente cambiata. Il Pavia può impostare con più tranquillità. Giaccherini è più incisivo, mentre le due punte trovano compagni pronti a dialogare. Il centrocampo guadagna una decina di metri di campo e la difesa subisce molto meno.
Fatalmente, tuttavia, al 64° é però l'Alto Adige a passare nuovamente in vantaggio. Marco Benvenuto viene messo giù al limite da Giaccherini, calcia la punizione Andrea Ghidini,  la barriera si apre, il tiro potente inganna Lucenti ed i biancorossi possono nuovamente gioire, ma soltanto tre minuti dopo Torri strozza in gola la goia dei biancorossi, sfruttando una disattenzione della difesa ed insaccando di testa alle spalle di Andrea Servili. Una bella reazione, fulminea, quella pavese. Un gol di rapina, l'ennesimo, di Omar Torri, ormai alla sesta segnatura in cinque gare.
Una rete annullata ai biancorossi pochi minuti dopo fa perdere le staffe al preparatore atletico Tonelli che viene allontanato dal campo dall' arbitro. Prima della fine Servili chiude bene su uno scatenato Stefanini e Marcelo Veron cerca l'eurogol con un gran tiro dalla lunga distanza, ma il risultato non cambierà più, termina 2:2 la sfida fra Alto Adige e Pavia.
Pari giusto, quindi, quello visto oggi. Il Sudtirol ha speso tanto nel primo tempo e con un po' di fortuna avrebbe potuto chiudere il match. Il Pavia, resistendo a fatica, è poi uscito con autorità nella ripresa e questo fa ben sperare per il proseguio del campionato.

 

 

 

 09.03.2008 - Nel corso della 27° giornata del campionato di Serie C2 l' FC Südtirol-Alto Adige non é andato oltre un pareggio interno per 2:2 allo stadio Druso di Bolzano contro il Pavia, 13° in classifica. Nonostante i biancorossi si siano trovati per ben due volte in vantaggio grazie alle reti di Marcelo Veron al 13° e di Andrea Ghidini al 64°, alla fine si sono dovuti accontentare di un solo punto che li fa scivolare all'ottavo posto in classifica, ma a solo un punto dai piazzamenti playoff.

Il 2:2 rammarica la squadra di mister Firicano, che per tutti i novanta minuti ha tenuto in mano le redini del gioco contro una squadra che è ora in serie positiva da otto giornate (quattro vittorie e quattro pareggi). Già al terzo minuto l'Alto Adige, senza lo squalificato Davide Canfora, crea la prima occasione della partita con Marco Benvenuto che prova la staffilata da fuori area, ma il portiere pavese Lucenti blocca senza problemi. Al 13° i biancorossi passano in vantaggio: discesa sulla sinistra di un ottimo Ghidini e cross in mezzo per l'inzuccata di Marcelo Veron che non lascia scampo a Lucenti. Passati in vantaggio Brugger e compagni non si limitano a difendersi, ma vanno alla ricerca del secondo gol, che per poco non riesce al 19°, quando Lucenti è bravissimo a deviare in corner un colpo di testa di Mauro Calvi servito splendidamente da Andrea Ghidini. Al 22° sono gli ospiti a rendersi per la prima volta pericolosi con Giaccherini che calcia alto da buona posizione. Pochi minuti dopo scattano gli applausi dopo una splendida azione corale dei biancorossi conclusa da un colpo di testa di Manuel Scavone su cross perfetto dalla destra di Hans Rudi Brugger, facile peró la parata di Lucenti. Ancora prima del riposo Andrea Ghidini prima e Marco Benvenuto poi provano due conclusioni fuori area, mancando però il bersaglio.

Nel secondo tempo il Pavia trova subito la rete del pareggio. Sul colpo di testa di Belotti la palla si stampa prima sul palo, ma poi a giudizio del guardalinee supera la linea di porta, prima che Andrea Servili potesse intervenire: 1:1. Al 64° é però l'Alto Adige a passare nuovamente in vantaggio. Marco Benvenuto viene messo giù al limite da Giaccherini, calcia la punizione Andrea Ghidini, il tiro potente inganna Lucenti ed i biancorossi possono nuovamente gioire, ma soltanto tre minuti dopo Torri strozza in gola la goia dei biancorossi, sfruttando una disattenzione della difesa ed insaccando di testa alle spalle di Andrea Servili. Una rete annullata ai biancorossi pochi minuti dopo fa perdere le staffe al preparatore atletico Tonelli che viene allontanato dal campo dall' arbitro. Prima della fine Servili chiude bene su Stefanini e Marcelo Veron cerca l' eurogol con un gran tiro dalla lunga distanza, ma il risultato non cambierà più, termina 2:2 la sfida fra Alto Adige e Pavia. (dal sito ufficiale del Sudtirol)