9 Dicembre
Pavia-Pro Sesto-3-1 (Nordi 2, Maiolo, La Cagnina)

Vince e tutto sommato convince questo Pavia che si mostra bello e concreto in occasione del posticipo serale. Per almeno 70 minuti gli azzurri hanno costretto la Pro Sesto ad un'affannosa difesa, in special modo nella prima frazione di gara. Anche se, dopo il 2 a 1 firmato da Maiolo su rigore, molto si fatto per permettere agli ospiti di pareggiare.
Ma andiamo con ordine: azzurri che si presentano in formazione tipo con il rientro di Nordi e Zocchi. Per il resto mister Torresani conferma la squadra uscita vittoriosa da Valenza.
Passano nemmeno due minuti ed il Pavia va in gol: Nordi approfitta di uno svarione difensivo, si inserisce tra Maiolo e Monguzzi battendo di destro il portiere sestese. Uno a zero e Pavia che coglie al volo la prima occasione della gara. Tra l'altro, l'inerzia della partita chiaramente pavese con la Pro che fa ben poco per reagire. Qualche cross facile preda di Mandrelli e poco altro. Il Pavia, invece, macina gioco, padrone della met campo, e la davanti ha un Inacio in forma assolutamente straordinaria con Nordi e La Cagnina pronti a sfruttare i suoi assist.
Il raddoppio solo questione di tempo: ed infatti, al 30' Inacio, su lancio di Zocchi, anticipa tutti e serve a Nordi la pi facile delle occasioni. Ad Omar non par vero di trovarsi fra i piedi il gol del raddoppio e la butta dentro per la seconda volta. Il Fortunati in tripudio! Piace lo spirito di questo Pavia!
Nell'ultimo quarto d'ora del tempo non succede pi nulla, il Pavia bada a controllare e la Pro troppo poca cosa per impensierire un attentissimo Mandrelli.
Cambia per la musica nel secondo tempo: Trainini (poi espulso per proteste) sveglia i suoi e la Pro si ripresenta in campo pi convinta. Anche perch il Pavia arretra paurosamente il proprio baricentro e non sfrutta a dovere le proprie punte.
Fatto sta che per gran parte del secondo tempo i sestesi spingono alla ricerca del pareggio pur senza fare troppo male. Gli azzurri controllano ma sono altra cosa rispetto ai primi 45'.
Al 28', quindi, l'arbitro decreta un rigore contro il Pavia per atterramento in area di Mandrelli ai danni di Brunetti: Maiolo spiazza il nostro portierone ed 2 a 1.
Ed a questo punto della gara che il Pavia si fa prendere dalla paura: sbaglia l'incredibile con vari giocatori, non riesce ad impostare i contropiedi e la difesa per di pi barcolla dopo l'uscita di Aldone Preite per un lieve infortunio.
Si arriva in fase di recupero (ben 7 minuti!) e, in una delle sue scorribande, Todeschini crossa al centro per La Cagnina: la testolina d'oro di Jos disegna una parabola che risulta imprendibile per Monguzzi: 3 a 1 e questa volta il match veramente chiuso.
Esulta il pubblico locale, anche ieri numeroso nonostante il freddo, ed esulta il Pavia.
Godiamoci questa vittoria che vale doppio anche per il pareggio del Novara a Cremona. Domenica altra battaglia, questa volta a Meda.