Pavia-Atalanta-2-4, giovedì 8 agosto

il risultato non tragga in inganno. 
finchè il pavia ha giocato con i presunti titolari, cioè fino al 30' del secondo tempo, il risultato ha parlato a nostro favore. 
una gran doppietta di ignacio ha messo in ginocchio l'undici atalantino, convinto di vincere a pavia facilmente. tanto che vavassori, chiaramente alterato, ha tenuto in campo gli stessi undici di partenza fino alla fine dei 90 minuti. 
ma parliamo degli azzurri. 
hanno confermato in pieno i meritati elogi della partita con il genoa, anzi! 
più volte il numeroso pubblico ha applaudito le azioni degli undici azzurri. 
nel primo tempo, torresani schiera: mandrelli-gheller-bottarelli-preite-dondo-zocchi-ambrosoni-piovesan-pierotti-ignacio-la cagnina. 
la squadra ha tenuto bene il campo nel primo tempo (0 a 1), non disdegnando anche di ribattere le offensive bergamasche. 
bene la difesa con due splendidi gheller e bottarelli a presidiare le fasce e a proporsi di continuo. 
Benissimo la metà campo dove ambrosoni e piovesan hanno dettato un gioco molto ordinato, con alcune verticalizzazioni apprezzabili. attacco, infine, con ignacio al centro e josè con pierotti a svariare sulle fasce. 
a mio avviso torresani ha schierato molto bene tatticamente la squadra. anche in avanti, la scelta di ignacio al centro ha mostrato i suoi frutti anche se pierotti è parso ancora poco in sintonia con i compagni. da lui mi aspetto molta più incisività. 
nel secondo tempo il pavia inizia la girandola delle sostituzioni: proprio con l'ingresso di cardamone e rossini, gli azzurri diventano assolutamente imprevedibili contro un atalanta lenta e impacciata in difesa. tanto che ignacio realizza due reti una più bella dell'altra nell'arco di 10 minuti. 
col pavia sul 2 a 1, entrano anche sanavio, crippa, castellazzi e pian piano, i nerazzurri ritrovano spazi e incisività. 
vavassori decide di lasciare in campo i titolari proprio per dar loro un segnale chiaro: chi non si impegna è meglio che stia a casa. 
negli ultimi 15', infatti, i bergamaschi realizzano 3 reti e la partita finisce 4 a 2. 
che altro dire? 
il pavia ha giocato, ancora una volta, facendo divertire il pubblico, il quale ha tributato un'autentica ovazione all'uscita dal campo di ignacio, nuovo idolo del tifo locale. 
la squadra piace, ha 20 giocatori intercambiabili e, sopratutto, gioca un calcio più brioso e concreto rispetto all'anno scorso. 
ma, come già detto, queste sono amichevoli che possono trarre in inganno. 
il primo impegno veramente interessante sarà il 21 agosto quando al comunale scenderà l'alessandria degli ex per l'esordio azzurro in coppa italia. in quella occasione le motivazioni non mancheranno di certo e occorrerà confermare quanto di buono visto finora. 
ciao a tucc!