PRO PATRIA-PAVIA-1-1 (Temelin, Gorini)

 

PRO PATRIA Arcari, Cioffi, Perfetti, Citterio, Franchini, Valtolina, Vecchio, Imburgia, Artico, Temelin, Gibbs (34’ pt. Romano). A disp: Capelletti, Davanzante, Bianco, Borgomaneri, Colombo, Iacono. All. Discepoli

PAVIA Mazzoni (3’ st. Brunicci), Bandirali, Gorini, Tarantino, Todeschini, Lunardini, La Cagnina, Sciaccaluga, Fasano, Rossi (31’ st. Napolitano), Chianese A disp: Battaglia, Di Fausto, Fici, Selleri, Pirola. All. Torresani

ARBITRO: Guerriero di Catanzaro

MARCATORI: pt. 10’ Temelin, 17’ Gorini.

NOTE giornata soleggiata, terreno in buone condiozni. Spettatori 1100 circa per un incassi di 7700€. Calci d’angolo 2-5. Ammoniti: Napolitano per gioco falloso, Artico per proteste. Recupero pt. 3’; st. 3’.

 

Partita decisa in sette minuti con il vantaggio della Pro ed il quasi immediato pareggio su punizione del Pavia. La Pro reclama un presunto fallo da rigore su Imburgia a inizio ripresa.

Partita pre-natalizia di scarso livello quella tra Pro e Pavia. Le due compagini, decimate dagli infortuni, vanno in campo per non farsi male e ne esce un pari che può accontentare entrambe.

La Pro senza Tramezzani e' infatti una squadra senza una testa, senza delle geometrie apprezzabili e solo qualche indecisione della retroguardia pavese permette ad Artico e Temelin di farsi pericolosi.

Il Pavia, spuntato e con il problema portiere, ha preferito impostare una gara di rimessa, sperando nelle ripartenze di Rossi e Chianese. Ripartenze che in realta' non si sono viste se non in rare occasioni.

Le due reti iniziali hanno solo per poco illuso gli spettatori in una partita godibile. Un po' da polli il loro, con Tarantino e Mazzoni in colpevole ritardo. Classicissimo il nostro: punizione di Sciacca e testone di Gorini.

Per il resto si sono viste le pecche di domenica, ossia centrocampo troppo basso e attaccanti non in grado di tenere alta la squadra. Mobile Chinese, ma troppo solo. Poco concreto Rossi.

In difesa, alcune bambole sul finire del primo tempo e poi grande concentrazione nella ripresa quando Brunacci ha sostituito l'infortunato Mazzoni con la Pro che non fatto un tiro in porta.

Gorini ha fatto dimenticare l'erroraccio di domenica con una regia ottima, Bandirali è su grandi standard. Solito apporto del Tode, un po' in ombra Fasano. Infuardabile nel primo tempo Tarantino, ma che poi cresce nella ripresa dando sicurezza al reparto e salvando in extremis un gol quasi fatto.

Sempre nella ripresa e' poi entrato Napolitano per Rossi, con La Cagnina di punta. Esperimento logico e interessante, almeno fino a quando non verrà rinnovato il reparto d'attacco.

Nel complesso, un pareggio giusto ed una classifica che si muove, pur in un momento molto delicato.

Speriamo che la pausa dia serenita' a tutto l'ambiente.