PRATO-PAVIA-0-3 (Zizzari 42' p.t., Ciullo 11' s.t., Ferretti 35' s.t.)

Foto

Data: 10/10/2004 Ore: 15.00 Stadio: Lungo Bisenzio (Prato)
RETI: 43` Zizzari (P), 57` Ciullo (P), 81` Ferretti (P)
PRATO: Layeni, Vettori (51` Belotti), Dal Bello, Serrapica (74` Nardini), Akassou, Lamma, Chiopris Gori, Di Fausto, Morante, Morfeo, Basso (46` Florean) - ALL. Luca Cecconi
PAVIA: Reggiani, Todeschini (82` Lunardini), Macellari, Gorini, Preite, Bandirali, Cardamone (75` Ferretti), Papini, Ciullo, Sciaccaluga, Zizzari (71` Ceccarelli) - ALL. Marco Torresani
ARBITRO: Vincenzo Lioce (Molfetta)
RECUPERO: 5 minuti (2` pt + 3` st)
AMMONITI: Morfeo, Lamma, Belotti (P), Macellari, Papini (P)
ESPULSI: nessuno
SPETTATORI: (300 paganti + abbonati)



Vittoria ampia e meritata quella del Pavia oggi al Lungo Bisenzio.
Nulla da dire sulla prestazione dei ragazzi di Torresani, semmai
bisognerebbe capire come il Prato intenda affrontare la C1, vista la
pochezza in campo dei lanieri.
In particolare, la difesa ha condannato i toscani alla sconfitta.
Lenta, impacciata, assolutamente inadeguata forse anche ad un
campionato di mezza classifica in C2.
Il Pavia, senza far fatica, ha quindi capito che per vincere avrebbe
dovuto pressare e mettere in difficoltà la retroguardia avversaria e
così è stato. Ciullo, Zizzari e Cardamone hanno corso molto e,
considerando le condizioni del terreno di gioco a causa di una pioggia
torrenziale, non hanno pagato dazio per il loro fisico tutt'altro che
adatto.
Torresani schiera la stessa formazione di lunedì sera. Ceccarelli
quindi fa posto a Macellari, mentre viene rinnovata la fiducia a
Reggiani.
Il Pavia parte bene. Sue due cross in area di Sciaccaluga si sfiora
subito il vantaggio. Sul primo, Bandirali non riesce a spizzicare di
testa: si salva Layeni. Sul secondo, il 10 pavese cerca il gol da
posizione angolatissima con il pallone che sfiora la traversa.
E' una fiammata che però non ha un seguito. Il Prato, reduce da 3
sconfitte e 0 punti in classifica, tenta una reazione e per 20 minuti
circa tiene botta al centrocampo pavese. Morfeo, Serrapica e Di
Fausto, singolarmente presi, reggono, ma non riescono a tradurre in
una parvenza di gioco il possesso di palla del Prato.
Il Pavia in questo frangente studia la partita, sbaglia magari qualche
appoggio di troppo ma capisce che non può sbagliare l'approccio della
gara.
E così, pian piano, i pavesi, con Sciaccaluga, Papini e Cardamone,
avanzano il baricentro della squadra e conquistano metri preziosi.
La difesa è sempre attenta: da registrare solo un gran tiro al volo di
Morante finito fuori di poco.
Ma è solo un'interruzione al monologo del Pavia. Gli azzurri spingono
molto e buttano in mezzo una quantità di palloni che, sporcati,
potrebbero dare seri problemi alla retroguardia laniera.
L'occasione vera e propria capita al 25', quando Zizzari in
contropiede vince un rimpallo al limite dell'area con il portiere
Layeni e, tutto solo a porta vuota, tira un rasoterra che, rallentato
dalla pioggia, colpisce debolmente il palo ed esce sul fondo.
Noi tifosi ci disperiamo perchè sbagliare un gol del genere significa
il più delle volte, in C1, venire puniti.
Ma di fronte abbiamo il Prato: ecco dunque che non ci si perde d'animo
e si continua ad attaccare, convinti che il gol, prima o poi,
arriverà.
Sciaccaluga su punizione ribattuta fa la barba al palo, poi Ciullo in
area non trova spazio per girarsi e battere a rete.
Quindi, al 42', è il vantaggio. Todeschini si sgancia sulla fascia.
Quasi dal fondo mette in mezzo un cross molto invitante sul secondo
palo dove Zizzari salta più in alto di tutti e non dà scampo a Layeni.
Vantaggio meritatissimo e sopratutto, primo gol in campionato per
Francesco Zizzari che si fa perdonare l'errore madornale di poco
prima.
Allo scadere del tempo poi, Ciullo va via in progressione a tre
avversari ma, entrato in area, viene anticipato di un soffio al
momento di concludere. Il terreno allentato lo sfavoriscono ma il
bomber pavese mostra spunti degni di categoria superiore.
Nella ripresa, Cecconi sostituisce Basso con l'ex Florean ma la musica
non cambia. Anzi, all'11' su un crosso innocuo in area, Layeni esce
male, si scontra con un compagno e perde il pallone. Ciullo, appostato
come un avvoltoio, insacca senza difficoltà a porta vuota.
E' il gol della sicurezza. Il Prato si sfalda completamente: non viene
abbozzata neanche una reazione.
Così il Pavia fa accademia. Entrano Ceccarelli e Ferretti per Zizzari
e Cardamone, molto provati.
Sciaccaluga arretra una decina di metri e fa girare il gioco
magistralmente pur in condizioni improbe.
Il Pavia, comunque, non affonda, non umilia i toscani già contestati
dal poco pubblico presente ma pensa a conservare le forze spese su un
terreno molto pesante.
C'è spazio solo per una stupida ammonizione di Papini a centrocampo e
per il 3-0 firmato dalla coppia Ciullo-Ferretti.
Il bomber recupera palla sulla trequarti, parte in contropiede e al
limite dell'area allarga sulla destra per Ferretti che, entrato in
area, fulmina Layeni con un rasoterra sul primo palo.
Finisce qui, praticamente. Ed i 4 minuti di recupero non fanno che
prolungare l'agonia di una squadra, il Prato, destinato a meno di
miracoli all'ultimo posto.
Il Pavia, dal canto suo, sfrutta la sconfitta della Cremonese e torna
primo in classifica in coabitazione proprio con i grigiorossi.
Gli azzurri oggi hanno dominato in lungo e in largo. Certo il Prato
non è avversario da poter impensierire i pavesi.
Questi gli spunti interessanti che il Pavia ha mostrato oggi in
Toscana :
- la partita di lunedì col Novara non ha scaricato le batterie del
Pavia. Lo sforzo fisico-mentale e il giorno in meno di riposo non
hanno minimamente influito sulla prestazione di oggi
- il Pavia, pur su un campo pesantissimo, hanno provato a giocare,
senza troppi lanci lunghi ma cercando di ragionare. Sciaccaluga e
Papini lì in mezzo dimostrano di essere una coppia veramente ben
assortita
- Reggiani, ancora una volta, ha mostrato incertezze pericolosissime
nelle uscite. Non è colpa sua, ma proprio non ci arriva. E se finora è
andata bene, è il caso di rischiare di perdere per un suo errore (e
domenica avremo la Lucchese di Carruezzo...)?

 

LE FOTO

po-pv.jpg (65838 byte)

po-pv2.jpg (67932 byte)

po-pv3.jpg (66695 byte)

po-pv5.jpg (55474 byte)

po-pv6.jpg (67517 byte)

po-pv7.jpg (55709 byte)