Finalmente! Gli azzurri espugnano il tradizionalmente ostico Comunale di Pizzighettone dopo la migliore prova stagionale vista finora.
Privi di Pietribiasi e Stefanini, gli azzurri recuperano gli squalificati Todeschini e De Martin, che si dimostreranno tra i migliori in campo. Mangone schiera quindi Cantele, Donato, D'Agostino, Belotti, Fogacci, Todeschini, Valentini, Mandorlini, Carbone, De Martin, Giaccherini.

Il Pavia mostra un buonissimo calcio per mezz'ora, giocando la palla senza che il Pice capisca granchè della partita. Dopo il gol di Giaccherini, i pavesi meriterebbero il raddoppio, ma De Martin è sfortunato e becca un clamoroso palo. A centrocampo le note più liete, con Mandorlini in grande spolvero e Todeschini molto propositivo sulla destra. In avanti De Martin si rivela un autentico toccasana: difende benissimo la palla. I suoi centimetri e i suoi chili sono indispensabili alla manovra azzurra.  Tant'è che in avanti siamo spesso pericolosi anche grazie alla profondità che viene cercata da giocatori come Todeschini e Valentini. Carbone inventa e non gli si può far alcun appunto. Dietro, invece, si regge pur con qualche amnesia ma molto più veniale di quelle mostrate domenica scorsa. Certo, quando il Pice schiaccia l'acceleratore, per gli azzurri il baricentro arretra pericolosamente. Nel quarto d'ora finale, i rivieraschi creano almeno tre buone occasioni per il pari. Ci pensa, al solito, Campolonghi a punirci raccogliendo un cross che attraversa tutta l'area e insaccando.
Nella ripresa il Pavia passa subito al quarto minuto con una bella azione corale con cross finale di Giaccherini e la deviazione vincente di Benny Carbone.
Il Pavia ci crede e vuole chiudere il match, ma Giaccherini prima e Valentini poi, sbagliano l'impossibile. Anche Belotti avrebbe una buona occasione ma non trova l'attimo giusto in area. Il Pice fa fatica ad arrivare dalle parti di Cantele: Campolonghi non si vede molto, a differenza di Piccolo, ben imbrigliato da Belotti, che sbaglia l'unica vera possibilità di giungere al pari.
Nel finale, gli azzurri tengono palla con molta intelligenza. Carbone e Giaccherini addormentano il match e Cantele rimane praticamente inoperoso.
Nel complesso, prestazione assolutamente positiva, considerando anche lo spessore dell'avversario. In evidenza De Martin su tutti poi Carbone, Todeschini e Mandorlini. In difesa Fogacci ha sbagliato poco ma è stato ammonito e verrà squalificato. Positivo Donato, meno bene D'Agostino. Il problema, ora, è dimostrare che non si è trattato di un episodio.

 

La Cronaca

Primo tempo
17': grande occasione per il Pavia: De Martin sottomisura salva il portiere. Sull'angolo, Belotti colpisce a colpo sicuro, miracolo del portiere.
21': punizione di Carbone ribattuta, De Martin prende la sfera, si porta sul fondo, la mette rasoterra in mezzo per l'accorrente Giaccherini che di piatto destro insacca sul primo palo.
24': Carbone, botta da fuori, il portiere para in due tempi.
27': palo clamoroso di De Martin su una bella azione personale.
37': grande parata di Cantele su bolide da fuori area.
39': un attimo di black-out azzurro, due mischie furibonde ma la difesa sbroglia.
41': cross dalla destra che attraversa tutta l'area, Campolonghi in sforbiciata sul secondo palo insacca.
45': De Martin impegna il portiere con un tiro da fuori. fine tempo: 1-1

Ripresa
2': Belotti perde palla, per poco il Pice non segna.
 4': bel contropiede, Giaccherini si beve un avversario sulla sinistra, entra in area, appoggia basso per Carbone che in spaccata segna.
11': clamorose occasioni sbagliate da Giaccherini e Valentini soli davanti al portiere.
17': atterramento di De Martin in area, si prosegue.
19': Piccolo di testa sfiora il palo.
 22': D'Agostino regala un contropiede al Pice, sbroglia Fogacci.
29': pallonetto loffio di De Martin solo davanti alla porta. Parata facile.