da www.acprosesto.it

Pavia - Pro Sesto 1-2

PAVIA: Cantele, Grassi, De Stefano. Todeschini, Galuppo, Acerbi (dal 65' Pozzi), Rossi (dal 61’ Selleri), Fattori, Gabaglio (dal 55’ De Vincenziis), Lunardini, Foglio. – allenatore Morgia
 

PRO SESTO: Giussani, Cattaneo, Ferracuti, D’Imporzano, Beccegato, Lambrughi, Palazzo (dal 46’ Araboni), Cavallo, Turetta (dal 46’ Chaib), Crocetti, Maah. – allenatore Sala
 

NOTE: giornata caldissima e terreno in ottima condizione; marcatori Rossi al 27’, Araboni al 49’ ed al 56’; ammoniti Cavallo, Lambrughi e Gabaglio; angoli 15 a 0 per la Pro Sesto; arbitro il sig. Barbirati di Ferrara (De Rosa e Martinelli); spettatori circa 850; recuperati 4 minuti (1'+3').

PAVIA - Ultima di campionato a Pavia con l’epilogo che tutti i tifosi biancocelesti non avrebbero voluto. La gara purtroppo e’ gia’ segnata dai risultati di domenica scorsa ed alla Pro potrebbe non bastare la sesta vittoria esterna della stagione. Seppur largamente rimaneggiata, si schiera in campo con il solito modulo offesivo voluto da Sala: Giussani sostituisce Borghetto, difesa con Cattaneo e Ferracuti esterni, Lambrughi e Beccegato centrali. Linea mediana con Cavallo, Palazzo e D’Imporzano, in attacco Crocetti e Maah. Turetta sostituisce Cardamone sulla fascia. Il Pavia di Morgia viceversa non ha piu’ nulla da chiedere al campionato e schiera moltissime belle speranze che giocano bene e che lasciano un'ottima impressione agli spettatori del Fortunati.
Si gioca su piu’ campi con l’orecchio teso ad Ivrea e Cremona. Al 27’ e senza neanche inaspettatamente il Pavia passa in vantaggio: Foglio pennella dalla sinistra un traversone per Rossi che dal dischetto fulmina Giussani. La reazione della Pro e’ immediata ed al 30’ Maah colpisce a botta sicura ma Cantele si salva in angolo alla grande. Il primo tempo, caratterizzato da un caldo insopportabile finisce qui.
La ripresa propone subito una Pro piu’ offensiva: entrano Araboni e Chaib al posto di Turetta e Palazzo, quest'ultimo colpito duro ed al 49’ arriva il pareggio proprio con Araboni che realizza uncalcio di rigore concessogli dal sig. Barbirati per un atterramento in area causato da Galuppo. Ma alla Pro non basta il pareggio ed al 56’ passa in vantaggio ancora con Christian Araboni che di testa sfrutta nel migliore dei modi una punizione dalla destra di Cattaneo. Poi una dopo l’altra arrivano le notizie dagli altri campi e come ci si apettava vincono sia la Pro Patria che la Massese e la Cremonese pareggia. Onore al merito degli avversari, ma il finale di questo campionato, play off compresi, ci sembra sempre di piu' organizzato nella stanza dei bottoni fin da inizio stagione. Ce ne ricorderemo. Biancocelesti ai play out quindi; si comincia il 27 maggio ad Ivrea; il 3 giugno al Breda la gara di ritorno. Si parte avvantaggiati dalla classifica finale e dalla certezza che non manchera' il meraviglioso contributo dei tifosi biancocelesti.