PAVIA-PRATO-1-0 (Gambadori)


Data: 16/2/2005 Ore: 14.30 Stadio: Pietro Fortunati (Pavia)
RETI: 51` Gambadori (P)
PAVIA: Reggiani, Bandirali, Fasano, Gorini, Preite, Gambadori, Ceccarelli (87` Cardamone), Papini (71` Lunardini), Ciullo, Sciaccaluga (75` Todeschini), Chiaretti - ALL. Marco Torresani
PRATO: Layeni, Sapienza, Francini, Rinaldini, Belotti, Lamonica, Di Fausto (65` Lugnan), Cichella, Morante, Romano (65` Basso), Evangelisti - ALL. Gian Cesare Discepoli
ARBITRO: Vincenzo Manna (Isernia)
RECUPERO: 5 minuti (2` pt + 3` st)
AMMONITI: Di Fausto, Cichella, Belotti (P)
ESPULSI: nessuno
SPETTATORI: 1493 (598 paganti + 895 abbonati)

Importante vittoria del Pavia. Al cospetto di un Prato volenteroso ma nulla di più, gli azzurri faticano all'inverosimile, soffrono ma alla fine piegano la compagine toscana.

Una partita da dimenticare non fosse che il risultato permette alla squadra di Torresani di rimanere nel mirino la Cremonese, uscita vittoriosa da Lucca.

Il Pavia, come detto, ha giocato male, anzi malissimo, specialmente nel primo tempo, laddove mai è riuscito a schiacciare il Prato nella propria metà campo e soprattutto ad imbastire azioni degne di nota.

Torresani concede un turno di riposo a Cardamone e Todeschini, schierando un interessante 3-5-2 con Papini-Gambadori-Sciaccaluga in mezzo al campo.

Zizzari, infortunato, lascia il posto a Chiaretti, mentre Ceccarelli si riappropria della fascia destra.

Il Pavia parte senza gran convinzione; il Prato, schierato da Discepoli senza tanti timori, riesce però raramente a far capolino dalle parti di Reggiani (preferito a Bressan).

Di palle gol neanche a parlarne, anche perchè il clima sembra più quello della partitella del giovedì, piuttosto che di campionato.

Si vede molto Ceccarelli che prova a concludere un paio di volte senza fortuna e poco altro.

La cosa grave è che a centrocampo le idee sono merce rara. Solo Sciaccaluga riesce a dare un po' di ordine alla manovra, ma anche lui, se pressato, sbaglia molti appoggi apparentemente facili.

Il pubblico, comunque, risponde bene, per essere un match di mercoledì pomeriggio: ben 1.500 tifosi presenti e soprattuto pazienti!

Il primo tempo termina con qualche sussulto in area toscana, ma nulla che possa presagire il gol.

La ripresa è decisamente meglio, complice l'immediato vantaggio pavese.

Ciullo riceve palla al limite dell'area e fa filtrare un assit al bacio per Gambadori che, solo davanti a Layeni, lo infila con un rasoterra che si deposita sul secondo palo.

Bella azione, forse la prima di tutta la partita.

Il Prato, ovviamente, deve concedere qualcosa di più e quindi lascia parecchi spazi agli azzurri.

Che, a loro volta, si tranquillizzano e vanno più volte vicini al raddoppio. Ci provano Chiaretti (colpo di testa e tiro dal limite, entrambi fuori di poco), Ceccarelli, Ciullo (tiro ribattuto).