PAVIA-MONZA 1-1



Marcatori: Veronese (P) al 63’, Bertolini (M) all’85’

PAVIA (4-4-2): Casazza; Bandirali, Fasano, Gorini, Preite (dal 29’ p.t. Todeschini); Calzi, Ceccarelli (dal 65’ Rossi), La Cagnina, Sciaccaluga (dal 74’ Lunardini); Veronese, Chianese. (In panchina: Brunacci, Tarantino, Napolitano, Pietranera) . All.Torresani.

MONZA (4-5-1): Carrara; Campi, Zaffaroni, Santos, Barjie (dall’8’ p.t. Perico); Coti, Menassi (dal 66’ Bertolini), Tricarico, Espinal, Pontarollo (dal 77’ Pasino); Beretta. (In panchina: Ardigò, Capocchiano, Magrin, Egbedi). All. Sonzogni

Arbitro: Iannone di Napoli (Lazzarini-Longhi).

NOTE: Giornata afosa, terreno in buone condizioni. Spettatori 4.500 circa (oltre un migliaio i tifosi biancorossi). Ammoniti: Gorini e Fasano (P), Menassi (M) Angoli: 5-0 Recupero 5+4

 

Il Pavia impatta col Monza ma avrebbe meritato di più.
Ancora una volta, sulla strada degli azzurri, ci si mette Iannone di Napoli, arbitro mediocre che già a Padova aveva scatenato le ire azzurre facendoci terminare la gara in 9.
L'esperienza di Sciaccaluga, la velocità di Ceccarelli, la classe di Chianese e Veronese sono state le armi in più di una compagine che, unita al suo pubblico, ha disputato una buonissima gara, generosissima e di grande ritmo.

Sonzogni manda in campo, a sorpresa, un 4-2-3-1, forse l’unico modulo che permette al mister di schierare i migliori undici giocatori in rosa. Torresani si affida al rodato 4-4-2 e schiera una delle migliori coppie d’attacco del campionato: i gol di Chianese e Veronese sfiorano quota 30. Il Pavia parte a razzo ed il Monza, che perde all' 8' Barjie, sembra piuttosto contratto ed impaurito. Sciaccaluga a metà campo ha molto spazio per impostare la manovra e verticalizzare per le punte: il Pavia si fa molto pericoloso giocando per vie centrali, dove i monzesi Santos e Zaffaroni cercano di arginare la spinta pavese. Al 18’ Menassi si perde in un dribbling di troppo, Ceccarelli recupera palla e mette in mezzo un assist invitante per Chianese che incrocia calciando a lato. Il Pavia gioca molto bene in questa prima fase di gara: i movimenti di Chianese e Veronese e la velocità di Ceccarelli creano scompiglio tra i monzesi. Unica azione degna di nota di marca biancorossa è un tiro di Tricarico proprio allo scadere. Il resto è tutto di marca pavese. Da segnalare al 20' un cross di La Cagnina, Veronese si eleva di un metro buono: palla appena alta. Dopo 5 minuti, ancora una combinazione Chianese-Veronese permette al primo di andare alla conclusione: para non senza difficoltà Carrara. Nella seconda parte del primo tempo si fa male nuovamente Preite, entra la suo posto Todeschini. Il Pavia cala leggermente, il Monza controlla ma non impesierisce mai Casazza.

Il Monza, dopo aver finito in crescendo il primo tempo, sembra poter continuare in modo positivo la ripresa. Al 5’ ci prova Zaffaroni su punizione e al 7’ Beretta per poco non approfitta di un retropassaggio suicida di Gorini. Il buon momento del Monza viene stroncato dalla rete del Pavia: al 17’ Ceccarelli mette in mezzo un cross sul secondo palo. Carrara non ci arriva, La Cagnina fa sponda in area per Veronese che è lesto nel mettere in rete con un bel sinistro. Il Fortunati esplode di gioia, dopo una gara tutta all'attacco e genorisissima da parte del Pavia.
Ma la partita si fa dura. Sciaccaluga deve uscire per un dolore muscolare, Josè e Veronese non ce la fanno più. Il Monza corre di più, dopo una partita attendista. Al 39’ arriva la doccia fredda: Pasino recupera palla a metà campo, allarga sulla destra per Beretta, cross calibrato per Bertolini che di testa gonfia la rete.
Ma non è finita qui. Il Pavia ha il cuore per continuare ad attaccare. Al 89' La Cagnina mette in mezzo un cross sul quale Campi colpisce forse con un braccio: Iannone fa cenno di proseguire. Poi il guardalinee Lazzarini si esibisce nel suo show personale. Ferma per ben due volte Chianese, in azioni del tutto regolari. Sulla seconda, il centravanti pavese aveva messo la palla in rete su passaggio di Bandirali. Non valgono a nulla le proteste pavesi; anche Torresani appare imbufalito così come tutta la squadra. Ancora una volta Iannone affossa il Pavia come meglio non potrebbe.
E’ l’uno a uno finale: i monzesi escono dal Fortunati sapendo di aver metà passaggio del turno in tasca; i pavesi, dopo aver visto la buona prova dei loro beniamini, abbandonano lo stadio fiduciosi in vista del ritorno di domenica prossima.