PAVIA-GIULIANOVA-2-3

 

PAVIA: Casazza, Calzi (dal 23' st Napolitano), Fasano, Gorini, Preite (dal 18' st La Cagnina), Battaglia, Ceccarelli, Rossi (dal 31' st Pietranera), Veronese, Sciaccaluga, Chianese.
A disposizione: Mazzoni, Lunardini, Acerbi, Farina.
All.: Marco Torresani
GIULIANOVA: Ivaldi, Del Grosso, Latini, Catalano, Danotti, Cherubini, Felci, Palladini, Morello (dal 7' st Scartozzi), De Giorgio (dal 31' st Stillo), Memmo (dal 16' st Califano).
A disposizione: Migliaccio, Capone, Genchi, Antenucci.
All.: Francesco Giorgini
Arbitro: Burdin di Cormons
Assistenti: Annibali di Foggia e Adamuccio di Casarano
Marcatori: Morello al 23' pt (G), Ceccarelli (PV) al 6' st, Catalano (G) al 13' st, Fasano (PV) al 38' st, Califano (G) l 41' st.
Ammonizioni: Latini (G) al 10' pt, Ivaldi (G) al 43' pt, De Giorgio (G) al 9' st, Scartozzi (G) al 23' st, Sciaccaluga (PV) al 46' st.
Espulsioni: Latini al 27' pt
Angoli: 10 a 1 per il Pavia
Recupero: 2' nel primo tempo e 4' nel secondo tempo

Partita incredibile, giocata con continui raovesciamenti di fronte e che poteva finire in qualunque modo. Alla fine vince il Giulianova, apparso pių quadrato e capace di sfruttare le occasioni avute e che il Pavia ha regalato.
Gli azzurri, dal canto loro, hanno giocato una gara generossima. Condita, purtroppo, da ingenuitā che sono costate la sconfitta. Gli errori commessi in occasione del primo e del terzo gol sono troppo gravi per poter pensare di "nasconderli" all'interno di una partita tutta all'attacco. Tante occasioni, č vero, sbagliate di un nulla. Ma questi due gol subėti (pių la punizione deviata) erano troppo anche per una squadra in forma come la nostra.