PAVIA -THIENE                      1-1       
 69'Colussi , 88' Senavio
22/12/2002

 

Pareggio che alla fine accontenta tutti.
Il Pavia, che ha seriamente rischiato di perdere una partita giocata così così e ul Thiene
che stava portando a casa i tre punti ma che, ad ogni, modo si dimostra una squadra in salute.
Mister Torresani ha schierato la solita formazione con Sanavio e Stocco al posto degli
indisponibili Zocchi e Preite. Centrocampo con Ambrosoni e Piovesan con sulle laterali 
Cardamone e La Cagnina. Attacco con Nordi e Inacio.
Pavia che iniziava guardingo ma tenendo comunque in mano il gioco senza problemi. Thiene
che si difendeva con ordine ma con un attacco spuntato.
Da registrare qualche occasione da parte pavese con Nordi e Inacio e poco altro.
Tatticamente il Pavia risultava scoperto sulla fascia sinistra dove il solito Cardamone
si trovava a dover cantare e portare la croce. Il Thiene, infatti, ha sfruttato la superiorità
numerica su quella fascia creando non pochi pericoli.
Per fortuna il centrocampo regge con un grande Ambrosoni che ha fatto ancora meglio del solito,
mentre Piovesan si mostrava un po' più reattivo rispetto alle precedenti esibizioni.
In avanti, purtroppo, poche palle giocabili, con un Nordi un po' troppo estraneo alla manovra
e con Inacio anch'egli poco reattivo.
Nella ripresa, il Pavia mantiene in mano il pallino del gioco ma non riesce a cambiare il
ritmo alla gara: il Thiene, viceversa, la gara l'addormenta e finisce per essere anche pericoloso.
Un paio di palloni che sfiorano i pali della porta di Mandrelli e cross sui quali la nostra
difesa si comporta bene.
Poi, verso metà ripresa, il gol che gela il Comunale: xxx, sul filo del fuorigioco, solo davanti 
a Mandrelli, lo beffa con una deviazione sottomisura.
Thiene in vantaggio e, bisogna dirlo, non rubando nulla.
A questo punto, il Pavia si sveglia: entra Pierotti per Todeschini e Torresani si gioca il tutto 
per tutto. Per fortuna da Trento arrivano notizie positive, il Novara non riesce a passare ed
il risultato è inchiodato sullo 0 a 0.
Per venti minuti circa assistiamo a mischie furibonde in area, tiri a colpo sicuro deviati,
fischi arbitrali poco chiari.
Poi, al minuto 87, da una mischia in area, il Pavia perviene al pareggio: è Sanavio a trovare
la deviazione sottoporta e a riportare gli azzurri in carreggiata.
Il forcing finale è commovente: ancora gli azzurri che assaltano il forte vicentino, riuscendo
anche a sfondarlo se solo il guardalinee non annullasse un gol di Stocco per un fuorigioco
apparso a molti inesistente.
Finisce quindi 1 a 1, con gli azzurri che non hanno sfruttato una giornata in cui Novara e dirette
inseguitrici non sono andate oltre il pari.
Per quanto riguarda i singoli, MVP della giornata ad Ambrosoni, bene Stocco in versione libero,
generosissimo Cardamone (ma quanti palloni persi...).
Ora si riposa e si festeggia il Natale e l'anno nuovo: si riprenderà il 5 gennaio a Legnano
e sarà sfida difficilissima.
Ma con un Pavia che, speriamo, recupererà Zocchi, Preite e Gheller.