MONZA-PAVIA-1-0 (Espinal)


Esce sconfitto il Pavia al Brianteo. Non e' crisi, ci mancherebbe, ma sicuramente il periodo non e' dei migliori.
A Monza, Torresani ha dovuto fare a meno degli infortunati Preite, Todeschini e Napolitano (lasciato in panchina) e ha lanciato Calzi dal primo minuto come esterno destro. Da segnalare anche il rientro di Marco Veronese al centro dell'attacco. Il Monza lascia in panchina i nuovi acquisti Pasino e Beretta, confermando Egbedi centravanti con Bertolini e Pontarollo ai fianchi. La partita nel primo tempo e' frizzante, con le due squadre che badano piu' ad attaccare che a difendersi. Ne escono quindi 45 minuti godibili, nei quali sia il Monza che il Pavia hanno onorato l'impegno su un campo dove era difficile stare in piedi per il ghiaccio.
La prima vera occasione del match capita al 9'. La retroguardia pavese sbaglia il fuorigioco ed Egbedi sulla destra si invola a rete. Giunto in area, fa partire un destro che Casazza intuisce e devia in angolo.
Il Pavia non si scompone e con il rientro di Veronese mostra un gioco offensivo piu' arioso. Le sovrapposizioni di Calzi e Fasano sono parecchie, pazienza se i piedi sono quelli che sono. Chianese dimostra buona vena, cercando il tiro in parecchie occasioni ma senza fortuna.
Merito anche di un Monza che non si puo' chiudere a difendere lo zero a zero (anche se poi sara' cosi' e col Pavia che dovra' recitare il mea culpa). Ci prova da fuori anche Lunardini ma il tiro, anche se angolato, non è forte e il portiere para senza difficolta'. Poi e' Veronese a tentare una girata al volo di sinistro, su cross di Chianese, che termina fuori.
Il Monza intanto non trova grandi sbocchi anche se Bertolini e Pontarollo con la loro velocita' creano alcuni problemi specie dalla parte in cui giostrano Tarantino e Fasano.
Nel finale, la beffa. Dormita della difesa su cross di Bertolini: Pontarollo lasciato liberissimo di colpire di testa impegna severamente Casazza. Poi si sviluppa una mischia nella quale Casazza si erge a protagonista respingendo un'altra conclusione ravvicinata. Infine, arriva Santos che ribadisce in rete. Seconda disattenzione difensiva e vantaggio del Monza.
Vantaggio fondamentale perche', lo vedremo nella ripresa, i brianzoli potranno fare cio' che per cui sono piu' portati, ovvero difendersi. Da segnalare che nel primo tempo Egbedi e' stato costretto ad uscire per infortunio, al suo posto Beretta.
Nella ripresa, la musica cambia. Il Pavia attacca di piu' ma senza molta lucidita' e con un gioco lento e prevedibile. Va da se' che la difesa monzese, gia' forte di suo, ha buon gioco nel distruggere le offensive pavesi e nel riproporsi in contropiede, sempre con il duo Bertolini-Pontarollo. Bandirali e Gorini limitano i danni, anche se nel finale Gorini rimediera' il doppio giallo che lo costringera' a saltare il match di domenica prossima.
A centrocampo, purtroppo, la giornata di scarsa vena di Lunardini e Sciaccaluga ha ripercussioni sulla squadra intera. Anche sulle fasce, la squadra mostra di calare alla distanza: Fasano non ce la fa piu', cosi' come Calzi che tuttavia era all'esordio e viene quindi sostituito da Rossi.
Il Pavia passa a 4 in difesa, Rossi dietro le punte, ma la sostanza non cambia. Il gioco si sviluppa sempre per vie centrali, si arriva al limite dell'area ma non si riesce mai a concludere.
Nell'intera ripresa si contano solo due occasioni per il Pavia, ed entrambe nel finale. La prima con Rossi lasciato libero sulla destra: la conclusione al volo è alta sopra la traversa. Poi e' Tarantino a provarci da fuori, ma il tiro viene parato dal portiere in due tempi. Il Monza ha il tempo per creare altri grattacapi in contropiede, con Casazza che in un paio di occasioni deve uscire sui piedi di Bertolini e di Beretta. La partita termina praticamente con l'espulsione di Gorini e con i brianzoli che riescono a tenerci lontani dalla loro area. Sconfitta pesante, contro una concorrente diretta, e che non ci voleva assolutamente. Per fortuna anche le altre non vincono, sicchè la classifica si accorcia e permette ad altre squadre di rientrare in lotta per i play-off. Il Pavia visto oggi a mio avviso ha giocato meglio rispetto alla gara interna col Cittadella. Purtroppo il momento non e' dei migliori: occorre una decisa virata, anche perche' il calendario e' in salita e non permette pause di riflessione.