15 Dicembre
Meda-Pavia-1-2 (Ambrosoni,Nordi,Luciani)

Ed è ancora Pavia: in un pomeriggio decisamente freddo, gli azzurri sconfiggono, più nettamente di quanto dica il punteggio, la compagine brianzola. A nulla sono valse le assenze di Dondo, Zocchi e Mandrelli oltre ai già infortunati Rossini e Gheller. Il Meda non ce l'ha fatta a fermare un Pavia che si conferma anche e soprattutto in trasferta. Torresani schiera fin dall'inizio una formazione rivoluzionata per gli infortuni di questa settimana con Stocco libero e una linea difensiva composta da Todeschini, Sanavio e Preite. Per il resto formazione invariata rispetto a quella scesa in campo lunedì sera con la Pro Sesto.
Inizia forte il Pavia e già al 9' si trova in vantaggio grazie ad una punizione alla Platini di Matteo Ambrosoni che indovina il sette e insacca. Meda stordito e Pavia che comanda le operazioni e preme per cercare il raddoppio. Raddoppio che puntualmente arriva grazie ad un bell'assist di Cardamone che attraversa tutta l'area di rigore: arriva Nordi che al volo di destro insacca imparabilmente. Dopo nemmeno un minuto grossa occasione per il Meda ma Monguzzi ed il paolo si oppongono. Poi è ancora Pavia con La Cagnina che, splendidamente servito da Inacio, si mangia un gol fatto. Fino alla fine del tempo è sempre il Pavia che domina e sfiora il tris.
Inizia la ripresa e gli azzurri cominciano ad arretrare il proprio baricentro mentre il Meda prende in mano l'inerzia della gara ma senza mail dare l'impressione di poter diventare realmente pericoloso. Così, gli azzurri non affondano il colpo (e dovrebbero farlo) ed i brianzoli, più per manifesta inferiorità che per altri motivi, non riescono ad arrivare in area di rigore. 
Il gioco è meno brioso dei primi 45' e le occasioni sono pochissime: bisogna segnalare tuttavia che Monguzzi effettua un altro paio di interventi decisivi prima di capitolare al 92' quando Luciano, al volo, dimezza le lunghezze di distacco. A questo punto, però, gli azzurri hanno già vinto e con un orecchio sono a Novara dove, purtroppo, la squadra di casa ha vinto ancora. Domenica si chiude il girone d'andata affrontando il Thiene e bisognerà ancora vincere.