CREMONESE-PAVIA-2-1 (Ciullo, Prisciandaro, Strada)

Data: 24/10/2004 Ore: 15.00 Stadio: Giovanni Zini (Cremona)
RETI: 26` Ciullo (P), 42` Prisciandaro (C), 58` Strada (C)
CREMONESE: Bianchi, Dall`igna, Trapella, Tabbiani (84` Iorio A.), Donadoni, Bertoni, Taddei Ri. (75` La Cagnina), Smanio, Prisciandaro (78` Furiani), Strada, Benin - ALL. Giorgio Roselli
PAVIA: Reggiani, Todeschini (84` Lunardini), Preite, Gorini, Ferretti (64` Ceccarelli), Bandirali, Cardamone (89` Rossini), Papini, Ciullo, Sciaccaluga, Zizzari - ALL. Marco Torresani
ARBITRO: Massimo Mannella (Avezzano)
RECUPERO: 7 minuti (2` pt + 5` st)
AMMONITI: Donadoni, Smanio, Prisciandaro (C), Gorini, Sciaccaluga, Papini (P)
ESPULSI: 93` SMANIO (C)
SPETTATORI: 4768 (3416 paganti + 1352 abbonati)


Nulla da fare per il Pavia. La Cremonese vince, con merito, un incontro non bello, deciso da due disattenzioni difensive e da un gran gol di Pietro Strada.
Gli azzurri, privi di Macellari, hanno infoltito il centrocampo, con Ferretti schierato come trequartista, lasciando però il solo Cardamone a presidiare la fascia sinistra.
La Cremonese, invece, ha giocato con i soliti 11, anche Smanio alla fine è riuscito a recuperare.
Parte a razzo la squadra di casa, con il Pavia molto attento in difesa ma che concede un po' troppo a sinistra dove Tabbiani e Strada stringono d'assedio il nostro Ciccio.
Ferretti svaria da destra a sinistra ma è troppo poco incisivo: si perde quindi in una zona di campo dove il suo apporto è inutile. Ed è proprio a metacampo che i grigiorossi hanno la meglio: Papini è costretto a fare per due, Sciaccaluga cerca di dare le giuste geometrie e finchè ha fiato ci riesce anche.
Davanti, Ciullo e Zizzari, quando ne hanno l'opportunità, si muovono bene e mettono in difficoltà la difesa, mediocre, della Cremo.
Dopo i primi 25 minuti di gioco, con la Cremo che sfiora il gol in un paio di occasioni, il Pavia controlla e passa.
Su calcio d'angolo, Sciaccaluga la mette sul secondo palo. Bianchi sbaglia a non uscire e Ciullo salta più in alto di tutti: è il vantaggio degli azzurri!
I grigiorossi subiscono un duro contraccolpo psicologico, il Pavia ha l'inerzia del gioco in mano e prova a chiudere il match, senza però riuscirci.
E la Cremo, sull'asse Strada-Prisciandaro, pareggia proprio al termine della prima frazione di gioco.
Gli azzurri conquistano palla nella propria trequarti. Ciullo cerca un dribbling di troppo e perde palla. Sulla stessa si avventa Strada che, di prima, lancia subito Prisciandaro che ruba due metri a Bandirali e Gorini.
Il bomber entra in area e fa secco Reggiani: 1-1.
E' un gol frutto di una disattenzione difensiva che il Pavia non avrebbe dovuto concedersi, specie al termine del primo tempo e in vantaggio 1-0.
La ripresa si apre con la Cremo decisa a raddoppiare ed un Pavia un po' troppo rinunciatario.
Non che i grigiorossi creino occasioni a raffica, ma forse hanno il merito di crederci più dei nostri. E, oltre a questo, hanno anche un certo Strada che, quando non segna Prisciandaro, pensa a togliere le castagne dal fuoco.
Al 12', infatti, su punizione da 25 metri, Strada inventa un colpo da maestro e la mette nel sette. Reggiani smanaccia ma la palla entra comunque in rete. Il Pavia non reagisce, anzi, è la Cremonese che va vicina al gol in due occasioni: la prima con Prisciandaro che salta Reggiani ma tira sull'esterno della rete.
La seconda con Tabbiani e Strada ma Reggiani per due volte dice di no.
E' un Pavia che si sbilancia, concede qualcosa ai grigiorossi, ma attacca con troppa precipitazione e confusione.
Sta di fatto che gli ingressi di Ceccarelli per Ferretti e di Lunardini per Todeschini non sortiscono gli effetti sperati.
I lanci lunghi dalla trequarti sono facile preda della difesa di casa. Quando poi Ciullo trova un varco per depositare in rete, viene fermato dal guardalinee che segnala il fuorigioco.
Gli ultimi minuti sono da cardiopalmo, ma gli azzurri, come detto, non hanno la necessaria lucidità e non sfruttano i 5 minuti di recupero concessi dall'arbitro.
Finisce quindi due a uno per i cremonesi, che ora veleggiano in solitaria a quota 18, mentre il Pavia rimane secondo a 15 punti.
Rimane il rammarico per un'occasione persa, considerando che la Cremonese è Strada+Prisciandaro e poco più.
Noi abbiamo regalato la metacampo e la fascia sinistra, senza peraltro renderci sufficientemente pericolosi.
Peccato perchè il pareggio sarebbe potuto arrivare senza neanche troppa fatica.

 

cremonese-pavia-2-1.jpg (29475 byte) cremonese-pv-2-1.jpg (54850 byte)
cremo-pavia-2-1.jpg (49220 byte)