IL PAVIA COMPIE 100 ANNI

Clipboard01.jpg (12240 byte)

 

Il Pavia calcio compie cent’anni e li festeggia degnamente. Innanzitutto con un’altra stagione in Prima divisione, poi con un progetto serio, solido. Così il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo ieri pomeriggio allo stadio Fortunati, dove sono state presentate le iniziative del centenario: «Dobbiamo ringraziare il Pavia calcio per quello che fa per la città. Vogliamo arrivare preparati al centenario della nascita della società con una serie di iniziative organizzate in luoghi simbolo di Pavia.

Questo anche per ribadire il legame tra la società e il territorio».

All’assessore comunale allo sport, Antonio Bobbio Pallavicini, il compito di illustrare il programma: «Il 26 agosto, in piazza della Vittoria, la nuova squadra sarà presentata ai tifosi».

Presentazione in piazza che, in caso di pioggia, sarà spostata sotto la cupola Arnaboldi.

Il programma prosegue il 15 settembre con una partita al Fortunati. Prevista la partecipazione di diversi ex del Pavia, l’incasso sarà devoluto in beneficenza.

Un mese dopo, il 14 ottobre, in Santa Maria Gualtieri, una tavola rotonda cui saranno invitati alcuni volti noti del giornalismo sportivo nazionale. Gli organizzatori stanno pensando anche alla possibilità di allestire una mostra sulla storia del Pavia con tanto di maglie storiche del club.

L’evento clou è in calendario all’inizio di novembre, l’uno o il due, al teatro Franchini: «La sfida – ha detto ancora l’assessore – è riempirlo. Nei prossimi mesi definiremo la scaletta e gli ospiti della serata». Che coincide, appunto, con la nascita della società (3 novembre 1911).

L’assessore ha poi spiegato che entro dicembre saranno portati a termine i lavori sulle griglie d’ingresso dei tifosi dell’importo di 60mila euro.

L’amministratore delegato del Pavia calcio, Alessandro Zanchi, ha messo in risalto la proficua collaborazione con il Comune e la città: «Ci aspettiamo che i pavesi, in occasione del centenario, rispondano positivamente alla campagna abbonamenti».(p.a.v.)

«Il progetto del Pavia è solido, sano, deve durare tanto. È la punta di diamante dello sport, merita un seguito maggiore. Lavoreremo tutti insieme per dare una mano al club». Alessandro Zanchi, a.d. del Pavia (presente con il responsabile delle relazioni esterne del club, Domenico Buscone), ha ringraziato il Comune: «Capisce la nostra volontà che di lavorare. Questo centenario durerà tutto l’anno». L’assessore Antonio Bobbio Pallavicini ha aggiunto: «La collaborazione fra città e Comune è molto importante, vogliamo che i pavesi portino bambini e mogli allo stadio».