Pavia-Equipe Lombardia-0-0

 

Titolari: Cantele - De Stefano, Fogacci, Donato - Valentini, Todeschini, Convertino, Mandorlini, Selleri - Petresini, Magenis

Partita che definire brutta è un eufemismo. Zero tiri in porta da entrambe le parti.
Pavia che conferma di essere affidabile in difesa, mentre da centrocampo in su è buio pesto. C'è da dire che in avanti eravamo privi di Pietribiasi, De Martin e Giaccherini, però onestamente anche a metacampo manca un giocatore esperto che dia tempi e ritmi.
Petresini troppo solo. Mandorlini conferma di avere buon passo e piedi buoni, ma poco assistito dai compagni. Selleri sconclusionato. Valentini un passo indietro.
In generale, il centrocampo non ha supportato granchè l'attacco, considerando che i due esterni (Selleri e Convertino) non possono partire titolari in C2.
Nella ripresa è entrato Belotti insieme ad alcuni giovani.
A riposo Bevo e Stefanini.

Oltre al risultato che lascia il tempo che trova, grave è la notizia che Giaccherini, vittima di uno stiramento ai legamenti, starà fuori per oltre un mese, saltando, se tutto va bene, 3/4 partite di campionato.

Per il resto poco da segnalare, se non che Gentilini lasciamolo pure dov'è, avendo dato l'impressione di correre poco più di Bevo, mentre invece mi è piaciuto Ferracuti, esterno sinistro, uno dei pochi proponibili dell'Equipe Lombardia.

Domenica, Pavia di scena a Sesto per la Coppa Italia.

 

Commento:

E' terminato ieri il ciclo di amichevoli del Pavia Calcio in vista del prossimo campionato di C2.
Poche le indicazioni tratte da sfide che, più che altro, servono a fare fiato e a provare il modulo di mister Madocci.
Tuttavia, balza subito all'occhio che la fase offensiva è ancora tutta da verificare, a partire dal gioco espresso a metacampo fino alla finalizzazione dell'azione.
Andiamo a vedere, uno per uno, i reparti della squadra azzurra, con l'avvertenza che le opinioni sono, per l'appunto, solo opinioni, per di più tratte da partite amichevoli estive. Nulla di più lontano, quindi, da ciò che vedremo in campionato.

DIFESA
Appare il reparto più solido. Fogacci ha già preso in mano la guida del reparto. Belotti è difensore molto fisico. De Stefano, se vuole veramente tornare in C1, deve dimostrarlo ora. Donato è buon rincalzo dei due centrali, ma può all'occorrenza fare l'esterno destro. Personalmente giocherei con la difesa a 4, ma la scelta di Madocci pare improntata a giocare a 3. Non avendo difensori molto rapidi, spero abbia comunque ragione.

CENTROCAMPO
Lavori in corso.
A metacampo il Pavia mostra pochissima qualità. L'unico che sa giocare a testa alta è Mandorlini, giocatore giovane ma molto tecnico e dal buon passo. Affidargli tuttavia le chiavi del centrocampo potrebbe essere rischioso, ma alternative, per ora, non ce ne sono.
Valentini e Todeschini sono giocatori di sostanza. Selleri e Convertino sono improponibili in C2. Stefanini partirà titolare e, come De Stefano, dovrà dimostrare di poter fare la differenza in questa categoria.
Bevo è praticamente fuori squadra, nella speranza che qualcuno se lo pigli.
In queste amichevoli, in sostanza, si è visto ben poco. Manca un esterno sinistro ed anche un regista d'esperienza.

ATTACCO
Reparto disastrato. All'infortunio di De Martin, fermo chissà per quanto, si è aggiunta Giaccherini, che salterà sicuramente il primo mese di campionato.
Pietribiasi non si è ancora visto, causa ritardo di preparazione, mentre entro il 20 si attende una risposta definitiva da Carbone.
Petresini, quello che finora ha giocato di più, appare molto acerbo, pur essendo un giocatore dal futuro interessante. Rischiarlo titolare e, per l'appunto, un rischio, anche se per ora è una scelta obbligata.
Per dirla breve, manca una prima punta di peso. E una seconda punta, in attesa che Giaccherini guarisca.