PAVIA-PISTOIESE-2-4 (Chiaretti, Alteri, Cacia, Cacia, Chiaretti, Tufano )

 

Pesante sconfitta interna del Pavia ad opera della Pistoiese. Gli azzurri appaiono decisamente stanchi, in crisi di ossigeno e senza tante idee in testa.

La Pistoiese, squadra valida in avanti ma nulla più, festeggia una vittoria che la proietta alla pari del Grosseto e a soli 3 punti dagli azzurri.

Il risultato non tragga inganno: il Pavia ha tenuto in vita il match fino alla fine ed il quarto gol toscano è arrivato nell'ultimo minuto di recupero al termine di un assedio durato praticamente per tutta la ripresa.

Torresani deve fare a meno di Gorini (infortunato) e Bandirali (squalificato). In difesa schiera quindi Urbano e Preite centrali con Fasano a sinistra e Todeschini a destra. A metacampo Sciaccaluga sostenuto da Papini e Gambadori con Cardamone a svariare sulla destra. In avanti Ciullo e Chiaretti.

Partono bene i pavesi che già dopo pochi minuti passano in vantaggio. Un tiro di XXX non viene trattenuto da Benito causa il terreno scivoloso. Irrompe Chiaretti che insacca da distanza ravvicinata.

Gli azzurri continuano a macinare gioco e vanno anche in pressing sui difensori arancioni mettendoli spesso in difficoltà.

Insomma, la serata inizia bene, ma la Pistoiese non è squadra da arrendersi dopo un gol subìto. Ed infatti i toscani giocano in velocità con trame apprezzabili e con due attaccanti, Alteri e Cacia, decisamente in forma. Entrambi, a turno, partecipano al gioco della squadra, arretrano a centrocampo suggerendo ai compagni il passaggio, difendono il pallone e subito lo giocano in verticale permettendo a tutta la squadra di salire.

Il Pavia, viceversa, non riesce a coprire gli spazi davanti alla difesa, lasciando troppo soli i centrocampisti ospiti, liberi di avanzare indisturbati.

A metà tempo arriva il pareggio. Azione che nasce sulla destra, XXX fa partire un traversone apparentemente innocuo. Todeschini lascia però ad Alteri quei 5 metri di spazio che consentono alla punta toscana di concludere al volo sul primo palo: Bressan è totalmente impreparato ed è 1-1.

Il Pavia è colpito, soprattutto dal punto di vista psicologico, e arranca. Tuttavia, non si perde d'animo e avrebbe la possibilità di raddoppiare grazie ad alcune azioni in velocità che portano Ciullo e Cardamone in grado di concludere a rete. Clamorosa è l'occasione capitata sul sinistro di Ciccio che però allarga troppo la traiettoria con la palla che finisce un soffio a lato.

La Pistoiese, comunque, non sta a guardare. Quando riparte è sempre pericolosa. Alteri e Cacia fanno un gran movimento e la difesa azzurra, poco aiutata, traballa. In particolare è Todeschini sulla destra che soffre maggiormente le incursioni di Alteri e del numero 7 XXX.

Allo scadere della prima frazione, arriva il vantaggio ospite. In contropiede, entra in area XXX che vince un rimpallo su Bressan in uscita. La palla finisce proprio sui piedi di Cacia che a porta vuota insacca.

E' una botta dalla quale il Pavia sembra non riprendersi, anche perchè ad inizio ripresa giunge il terzo gol. Ancora di Cacia, ancora con la nostra difesa presa in velocità e con gli azzurri sbilanciati in avanti.

Sarebbe ingeneroso gettare la croce su una difesa orfana di Gorini e Bandirali. Preite e Urbano, infatti, stanno dando il meglio a mio avviso. Il problema è che a metacampo nessuno fa filtro. E sì che abbiamo due giocatori come Papini e Gambadori che dovrebbero erigere una diga là in mezzo.

A questo punto, sotto di due gol, il Pavia non ha più nulla da perdere ed attacca a testa bassa. E' un'offensiva generosissima, portata da una squadra stanca, cotta direi, e sotto di due gol in casa. E' un'offensiva a tratti commovente, impostata col cuore, laddove le gambe e la testa sono poco lucide.

Nonostante questo, la Pistoiese va in affanno e al 20' il Pavia accorcia le distanze su rigore per fallo su Ciullo. Il gol è realizzato da Chiaretti che spiazza il portiere.

Poi Tedino toglie Cacia inserendo un centrocampista e la Pistoiese arretra di molto il proprio baricentro.

Il Pavia continua nel forcing fino alla fine, producendo un'infinita quantità di cross in area, calci di punizione dal limite, calci d'angolo. Purtroppo, però, a nulla serve tanta grinta e i toscani segnano il quarto gol nell'ultimo dei minuti di recupero (gol viziato da fallo di mano).

Una sconfitta pesante, quindi. Sconfitta che, soprattutto, rimette in discussione anche la corsa per i play-off.

Ora ci sono ben 5 squadre in 3 punti ed una di esse salterà. Pavia, Grosseto e Mantova sono quelle maggiormente in difficoltà. Pistoiese e Frosinone, invece, quelle più in forma.