PAVIA: Lucenti, Todeschini, D'Agostino, Bonacina, Donato, (dal 1'st Caracciolo), Stefanini, Valentini (dall'11 st Ticli), Mandorlini, Torri (dal 21' st De Vincenziis), De Martin, Giaccherini.
A disposizione: Cantele, Convertino, Gatto, Petresini.
All. Amedeo Mangone
PIZZIGHETTONE: Gualina, Zangirolami, Ciancio, Porrini (dal 29' pt Parmesani), Radice, Coti (dal 32' st Bagnara), Serrapica, Campolonghi, Zagaglioni, Piccolo.
A disposizione: Dessena, Sandrini, Cortese, Biava.
All. Adriano Cadregari
Arbitro: Andrea Valentini di Città di Castello
Assistenti: Luigi Signoriello di Napoli e Alfonso Raho di Ercolano
Marcatori: Torri (PV) al 15'pt, Campolonghi (PIZ) al 24'pt, Campolonghi (PIZ) al 32'pt, Torri (PV) al 35'pt su rigore, Giaccherini (PV) al 28', Campolonghi (PIZ) al 34'st, De Vincenziis (PV) al 50' st
Ammonizioni: Caracciolo (PV) al 18'st, Cuoghi (PIZ) al 27' st
Angoli: 4 a 3 per il Pizzighettone
Recupero: 2' nel primo tempo e 5' nel secondo tempo

 

Che vittoria, ragazzi!
Al Pavia piace fare le cose difficili e, dopo il 3-2 con il Mezzocorona, porta a casa altri 3 punti d'oro contro una diretta rivale per la salvezza.
E sì che le premesse non erano certo delle migliori. Fuori Fogacci, De Stefano, Carbone, Speranza. Quattro pilastri della formazione titolare. La difesa, falcidiata dagli infortuni, ha fatto una fatica tremenda, ma alla fine l'ha sfangata. Non si può, in tutta onestà, essere critici dopo una partita come quella di oggi. Certo, di errori ne abbiamo visti. I due gol regalati a Campolonghi nel primo tempo, ad esempio, sono stati incredibili.
Ma la squadra ha fiducia in sè, e si vede. Reagisce, lotta con caparbietà. Gioca, da metacampo in su, con intelligenza. E, soprattutto, si responsabilizza maggiormente per le assenze dei giocatori più rappresentativi.
Il primo tempo ci vede partire subito bene. Torri al 15', ben imbeccato da De Martin, supera Gualina con un pallonetto preciso: 1-0. Giaccherini rischia il raddoppio ma stavolta Gualina vola a deviare in angolo. Dal possibile 2-0, ci pensa la nostra difesa a ristabilire la parità. D'Agostino perde palla a metacampo mentre cercava un disimpegno non dei più semplici. Il rilancio per Campolonghi liberissimo sulla destra trova pronta la punta ospite che entra in area e fa secco Lucenti, che la tocca solamente: la palla tocca il palo ed entra.
Dopo soli 8 minuti, malinteso in area tra Mandorlini e Todeschini, liscio di quest'ultimo e Campolonghi non deve far altro che appoggiare in rete dopo aver ringraziato. Potrebbe essere l'avvio di una sconfitta cocente, ma gli azzurri trovano la forza di reagire. De Martin al 35' viene steso in area: è rigore che Torri trasforma di potenza sotto la traversa.
Il 2-2 alla fine del primo tempo è sostanzialmente giusto. C'è da mangiarsi le mani per i due gol regalati, ma ormai è un refrain da inizio anno e la difesa di oggi, già si sapeva, avrebbe pagato dazio.
Nella ripresa la partita offre meno emozioni. Giaccherini è sempre un pericolo sulla sinistra, ma Gualina si fa trovare spesso pronto. E, quando il Jack non trova il portiere, ci pensa Radice a liberare sulla linea. Intanto esce anche Donato per infortunio: al suo posto Caracciolo. Brutto giorno per l'esordio, ma il fiulòt si disimpegna bene e resta in linea di galleggiamento così come tutta la difesa.
Il 3-2 arriva al 28'. Giaccherini riceve un assist al bacio da un ottimo De Martin, rientra dalla linea di fondo facendo secco Zangirolami e fulmina Gualina con un diagonale imparabile. Sembra finita, ma non è assolutamente così. Perchè al 34' Campolonghi fa tris grazie ad un cross basso in area piccola sul quale Lucenti avrebbe, forse, potuto fare qualcosa.
Il 3-3 pare accontentare tutti. Ma il Pavia forse ci crede più degli avversari. E all'ultimo minuto di recupero, il buon Ivan De Vincenziis viene servito al limite dell'area da Giaccherini. Si libera bene al tiro; il suo sinistro incoccia la gamba di un avversario e spiazza Gualina. Il Fortunati esplode di gioia. De Vincenziis, goleador alla Cesarini, quasi non ci crede. Sei punti ottenuti in pieno recupero, prima col Mezzocorona e poi oggi pomeriggio. Roba da non crederci.
Finisce 4-3, ancora una volta un match da cardiopalma.