PAVIA-PADOVA-3-2

PAVIA: Casazza, Grassi, Savino, Todeschini (dal 37' st Foglio), Bandirali, Di Fausto, Rossi (dal 14' st Maniero), Fattori (dal 32' st Bevo), Veronese, Lunardini, Massaro.
A disposizione: Cantele, De Stefano, Valdifiori, Selleri.
All.: sig. Massimo Morgia

PADOVA: Cano, Mastronicola, Suriano, Bedin, Rossettini, Zeoli, Russo, Miglietta (dal 30' st Turchi), Tarallo (dal 23' st Sinigaglia), De Franceschi, Zecchin (dal 20' st La Grotteria).
A disposizione: Pansera, Lolli, Cavola.
All: Andrea Mandorlini

Arbitro: Sig. Scoditti di Bologna
Assistenti: Sigg. Marinelli di Bologna e Capriolo di Forlì.

 


Marcatori: Veronese (PV) al 13' pt, Rossi (PV) al 32' pt, Mastronicola (PD) al 13' st, Bandirali (PV) al 46' st, La Grotteria (PD) su rigore al 50' st.

Ammonizioni: Tarallo (PD) al 34' pt, De Franceschi (PD) al 38' pt, Rossettini (PD) al 2' st, Rossi (PV) al 12' st, Suriano (PD) al 31' st

Angoli: 5 a 3 per il Pavia

Recupero: 2' nel primo tempo e 5' nel secondo tempo

Spettatori: circa 1.400


Vittoria importante quella ottenuta oggi dal Pavia. Gli azzurri prendono il classico "brodino", sganciandosi dall'ultimo posto e raggiungendo a quota 17 l'Ivrea, contro la quale è in programma domenica prossima una sfida salvezza.
Il nuovo allenatore Morgia schiera il 3-4-3 previsto, con Bandirali-Savino-Grassi centrali difensivi; Todeschini e Di Fausto laterali molto avanzati, Lunardini-Fattori in mezzo al campo e il trio Massaro-Veronese-Rossi di punta.
Gli azzurri appaiono guardinghi nella prima parte del match, ma bisogna dire che pian piano crescono mettendo sotto, anche sul piano del dinamismo, i biancoscudati.
In difesa non si corrono grandi rischi e in avanti Rossi e Massaro riescono a dialogare meglio con Veronese.
Dopo il vantaggio pervenuto su uno schema da calcio d'angolo, il Pavia prende definitivamente in mano le redini del match e continua ad attaccare.
Piovono le occasioni e Veronese là davanti è un'iradiddio.
Proprio su un suo assist per Rossi nasce il gol del raddoppio con l'ala azzurra brava ad eludere l'intervento Suriano e ad infilare Cano.
Il Padova è alle corde. I veneti sono la brutta copia della squadra ammirata all'Euganeo. Non c'è alcun segno di reazione; anzi, è il Pavia a sfiorare più volte il tris con belle azioni palla a terra nelle quali è Veronese il trascinatore.
In questa prima frazione, ottimo è stato l'apporto di Fattori che ha innalzato una diga a metacampo, facendo spesso anche ripartire l'azione.
In difesa, l'unico giocatore pericoloso è Zecchin, anche se di poca sostanza. Tarallo, invece, viene fermato da Bandirali, vera anima della squadra. Il capitano azzurro ha una brutta gatta da pelare ma se la cava bene, evitando anche l'ammonizione.
Nella ripresa il Pavia pare ben controllare i (pochi) tentativi dei patavini, ma si fa uccellare nel peggiore dei modi. Un cross senza pretese di Mastronicola coglie alla sprovvista Casazza e si infila incredibilmente nel sette tra lo stupore generale.
Insomma, da una partita morta e sepolta il Pavia riesce ancora a crearsi problemi.
Il Padova ora insiste e Mandorlini fa entrare prima La Grotteria e poi Sinigaglia. Si corre qualche pericolo, ma Casazza non deve compiere interventi difficili.
Poi, su calcio d'angolo per i pavesi, Mastronicola anticipa Bandirali e insacca nella propria porta. E' il 3-1 che chiude il match, salvo che Scoditti di Bologna si inventa un rigore assurdo per i veneti, trasformato da La Grotteria, al 50'.
Finisce qui, col Pavia che mette in mostra una bella reazione e comincia il 2007 nel migliore dei modi.
La squadra, con l'ingresso in pianta stabile di Savino e Fattori, appare più quadrata. Non dà, quantomeno, l'impressione di poter prendere gol da un momento all'altro.
Ma per ora è meglio non anticipare i tempi. Occorre confermarsi anche nelle prossime partite, che si preannunciano durissime.
Migliori in campo: Veronese, Bandirali con un gradino sotto Fattori e Rossi.
Male Di Fausto, mentre Todeschini ha fatto la sua parte pur non brillando.
 

 
 LA CRONACA
 

Buon pomeriggio dallo stadio “Fortunati” di Pavia. Per l’incontro valevole per la prima giornata di ritorno del campionato C1 girone A si sfidano oggi pomeriggio Pavia e Padova. Biancoscudati al completo, con il solo Calà Campana squalificato e La Grotteria che dopo due mesi torna e siede in panchina. Mandorlini sembra optare per il 4-3-3 visto giovedì in amichevole con gli allievi nazionali, schierando Tarallo come punta centrale e la coppia Zecchin-Russo a supporto. Nelle file del Pavia esordio per il nuovo tecnico Massimo Morgia, che fa partire l’ex biancoscudato Andrea Maniero dalla panchina.

4' p.t. Consuete fasi di studio iniziali. Il Padova in fase d'attacco pare privilegiare le corsie laterali. Molto cercato Zecchin, a cui si deve il primo tiro della gara, molto alto sopra la traversa.

8' p.t. Prima azione pericoosa per il Padova, che preme sin dai primi minuti. Zecchin sfrutta un rimpallo favorevole e conclude centralmente. Casazza para sicuro. Nell'azione seguente a termine di una azione manovrata Miglietta prova un pallonetto improbabile che si spegne sul fondo. Padova aggressivo.

12' p.t. Altra azione degna di nota del Padova. Miglietta trova con un bel filtrante Russo in area di rigore, il cross al centro per Tarallo è rimpallato da un difensore. Nel capovolgimento di fronte Todeschini ottiene un angolo. Sulla battuta Tarallo con una pericolosa deviazione rischia l'autogol. Secondo angolo. Cano devia sopra le rete.

14' GOL DEL PAVIA. Al terzo tentativo il Pavia passa. Veronese incorna da pochi passi sfruttando una spizzata a centro area.

Lombardi in vantaggio alla prima vera occasione. Difesa del Padova che si è lasciata cogliere impreparata sul tocco ravvicinato di Veronese, che beffa Zeoli e Miglietta incornando ad un paio di metri della porta. Padova che sembra accusare il colpo e si esprime meno fluidamente rispetto ai primi minuti.

25' p.t. Padova vicino al pareggio con Russo che raccoglie un calcio piazzato di De Franceschi e conclude debolmente di testa a lato. Padova più intraprendente.

28' p.t. Il Padova colleziona una serie di punizioni ai limiti dell'area. Sull'ultima battuta da Zecchin presunto fallo di mano della barriera, Scoditti lascia proseguire. Pavia confusionario e piuttosto arcigno in difesa, Padova alla ricerca del pareggio ma manca sempre l'ultimo passaggio utile per andare a rete.

33' p.t. Gol di Rossi, Pavia - Padova 2 a 0.
RADDOPPIO DEL PAVIA. Grave ingenuità difensiva con Zeoli che si fa anticipare di testa da Veronese che serve Rossi, abile ad aggirare Suriano ed a trafiggere Cano. Incredibile leggerezza della retroguardia biancoscudata.

40' p.t. Dopo una timida reazione biancoscudata in campo si nota solo l'agonismo del Pavia. Il Padova soffre soprattutto a metà campo, con De Franceschi-Bedin-Miglietta spesso e volentieri in difficoltà.

42' p.t. Due azioni pericolose di marca pavese. Prima Massaro calcia da fuori area poco alto sopra la traversa, poi è Veronese ad impegnare Cano con un bel tiro di prima intenzione. Padova in estrema difficoltà.

Fine primo tempo, Pavia - Padova 2 a 0, gol di Veronese e Rossi. Padova a tratti veramente in difficoltà, Pavia concentrato e concreto. Difesa biancoscudata da rivedere, centrocampo spesso e volentieri in difficoltà. Piuttosto sterile l'attacco, con Tarallo catalizzatore di palloni ma privo di sponde per concludere a rete.

1' s.t. Nessun cambio nelle formazioni iniziali, il Padova inizia spingendo.

7' s.t. Azione personale di Tarallo, pallone rimpallato in angolo. Sulla battuta Rossettini prova a concludere di testa, tiro smorzato e comoda parata di Casazza.

8' s.t. Ancora Tarallo bene di sponda per Zecchin che salta Casazza e prova a mettere un cross morbido in area. Libera la difesa.

9' s.t. Debole tiro dal limite dell'area di Russo. Casazza para a terra.

10' s.t. Padova arrembante. Tarallo ancora molto bravo nel difendere il pallone e a servire nel corridoio laterale De Franceschi. Il capitano entra in area e conclude di sinistro in maniera potente ma fuori misura. Occasione sprecata.

12' s.t. Cross al centro per Tarallo, unica nota positiva della giornata, bravo ad appoggiare per Miglietta. Il tiro del centrocampista è alto sopra della traversa.

IL PADOVA ACCORCIA LE DISTANZE CON MASTRONICOLA
14' s.t.Gollonzo del laterale difensivo biancoscudato che sbagliando un cross beffa Casazza trovando un incredibile incrocio.

16' s.t. Il Padova ci crede. Ottima verticalizzazione di Rossettini per Tarallo che con un bel movimento si libera del marcatore e prova la conclusione purtroppo alta sopra la traversa.

20' s.t. Il Padova crea numerose occasioni, la difesa pavese è in netta difficoltà. Nel frattempo entrano La Grotteria al posto di Zecchin e Sinigaglia per Tarallo.

Padova con nuovo modulo: 4-1-3-2, con Bedin arretrato davanti alla difesa. Punte Sinigaglia e La Grotteria, Russo dirottato sulla sinistra.

25' s.t. Prima conclusione di La Grotteria che a fatica si libera del marcatore e conclude in girata sopra la traversa.

34' s.t. Minuti di arrembaggio all'arma bianca per il Padova, che non riesce comunque a creare seri pericoli alla porta di Casazza. Nel frattempo entra Turchi per un impreciso Miglietta.

36' s.t. Occasione per il Padova. Cross di Suriano, stacca La Grotteria che conclude di testa alto di poco sopra la traversa. Il Padova meriterebbe il pareggio.

40' s.t. Tanta confusione ma nessuna occasione limpida, il Pavia respira

45' s.t. Sono 5 i minuti di recupero fissati da Scoditti.

GOL DEL PAVIA. 3 a 1, game-set-match.
Da un calcio d'angolo calciato da Massaro un colpo di testa, probabilmente di Mastronicola pronto a contrastare Bandirali, trafigge Cano sul palo opposto.

Padova alle corde.

 
50' s.t   Rigore per il Padova a tempo scaduto.
La Grotteria firma un inutile 3 a 2.